È PRONTO IL NUOVO REPORT DI SOSTENIBILITÀ DELLA FUMAGALLI SALUMI. QUEST’ANNO CON UN’IMPORTANTE NOVITÀ AL SUO INTERNO

Siamo lieti di comunicare ai nostri clienti e stakeholder il completamento della redazione del nuovo bilancio di sostenibilità 2021 dell’azienda. Un documento ambizioso, strutturato secondo una logica per noi inedita, che prende in esame le modalità con cui operiamo per la creazione di valore a lungo termine, fissandone prospettive e obiettivi fondamentali.

È passata una decade da quando come Fumagalli Salumi ci siamo approcciati concretamente alla sostenibilità. Anno dopo anno, abbiamo sempre più compreso il significato profondo di questo argomento per il nostro gruppo: creare le condizioni idonee per produrre valore e benessere insieme a tutti coloro che hanno interessi diretti o indiretti con il nostro modo di fare impresa.

Più recentemente, le criticità date dalla crisi pandemica, dalla guerra e dai conseguenti cali di disponibilità delle materie prime e dell’energia rappresentano indicatori che ci esortano più che mai a portare avanti un impegno serio e comune tra tutti gli attori; in questo scenario, la sostenibilità dei fatti e del contenimento dei costi diviene per un brand una conditio sine qua non.

LA NOVITÀ PIÙ IMPORTANTE DELLA NUOVA EDIZIONE DEL REPORT

Per redigerlo abbiamo adottato per la prima volta un framework internazionale, tra i più utilizzati al mondo, denominato <IR> (Integrated Reporting); come da definizione, esso integra strategicamente aspetti di natura economica e di governance ai classici elementi “socio-ambientali”, utilizzando indicatori specifici per il metodo di misurazione (GRI – Global Reporting Initiative) e facendo riferimento alle disclosure offerte dai Sustainable Development Goals sanciti dalle Nazioni Unite.

Uno dei principi dell’IR è la trasparenza nei confronti degli stakeholder e la nostra azienda ha come obiettivo quello di garantire una proffittabilità nel tempo. Non si può, tuttavia, essere profittevoli nel lungo periodo se non integrando la sostenibilità economica nel nostro business ad una costante attenzione
su temi di natura sociale e ambientale, ascoltando le istanze che provengono da tutti gli attori che contribuiscono a creare valore insieme a noi.

Perciò, il nuovo documento si identifica di fatto come la nostra road map contenente azioni e prospettive volte a una strategia di sostenibilità che abbracci appieno la strategia aziendale e che contribuisca attivamente allo sviluppo di performance misurabili per la Fumagalli, distante da semplici logiche
socio-ambientali di facciata.

QUAL È IL METODO DI REDAZIONE UTILIZZATO?

Il report traccia un quadro delle strategie, degli obiettivi e delle performance in un arco temporale che va dal 2019 al 2021 per quanto riguarda la rendicontazione. Al contempo, prende in esame il piano di sostenibilità in essere approvato dal board della Fumagalli,
che copre il triennio 2022-24.

Tra i principi proposti dal nuovo framework, oltre al focus strategico e l’orientamento al futuro, vi è la connettività delle informazioni, la relazione con gli stakeholder, la matrice di materialità, sinteticità, attendibilità e completezza, coerenza e comparabilità.

DISEGNARE UNA STRATEGIA DI SOSTENIBILITÀ: LO STAKEHOLDER ENGAGEMENT

Proprio allo scopo di tracciare una strategia sostenibile perfettamente attinente ai bisogni del gruppo, Fumagalli ha innescato un processo di ascolto e interazione con tutti i portatori di interesse: dipendenti, agenti, associazioni di categoria, clienti, attori del territorio, fornitori, consulenti, media e ONG hanno fatto emergere spunti ed integrazioni che hanno arricchito i temi rilevanti per la sostenibilità aziendale, verso un mutuo impegno su strade comuni.

Grazie e… buona lettura del report!