×

——Filiera controllata

Fumagalli S.p.A. possiede, gestisce e controlla direttamente tutte le fasi produttive: dall’allevamento alla macellazione, dalla trasformazione delle carni alla stagionatura. Una filiera, che essendo gestita da un unico soggetto, non documenta solo la rintracciabilità o il percorso della materia prima, ma garantisce un controllo costante sulla stessa. Fumagalli possiede un proprio nucleo genetico, allevamenti di moltiplicazione e di ingrasso. Garantisce controlli sull’alimentazione dei suoi maiali, applica le migliori condizioni di benessere degli animali ed e’ attenta alle problematiche legate all’impatto ambientale. Un sistema unico e tra i pochi in Europa. Un unico piano di gestione e controllo di tutte le fasi della filiera, completamente informatizzato ed integrato, assicura l’assoluta trasparenza della tracciabilità dei prodotti della linea di “filiera controllata Fumagalli”. Il costante monitoraggio ed analisi dei dati raccolti da parte di un team di tecnici, permette una continua evoluzione del sistema di filiera al fine di offrire al consumatore il massimo dell’innovazione nel rispetto della tipicità dei prodotti della salumeria italiana.

La riproduzione

La selezione genetica
la genetica dei suini Fumagalli nasce da una ricerca durata anni, che ha portato alla scelta di due razze pure, la LANDRACE e la LARGE WHITE. Nel nostro allevamento nasce così la SCROFETTA T&T: semplice, ma dal nobile pedigree.

La fecondazione
la natura richiede non meno di 240 giorni perché la scrofetta T&T sia matura per la prima riproduzione. L’utilizzo dell’inseminazione artificiale distribuisce i preziosi geni dei verri LW.

La gestazione e il parto
la scrofetta T&T, dopo 114 giorni, partorirà una progenie di suinetti da allevare. Al parto, viene garantita un’assistenza individuale, una cura attenta per ciascuna scrofa e dei suoi suinetti. Ogni evento della vita dei nostri animali è conosciuto, poichè ogni scrofa T&T è codificata.

L’allevamento

L’allattamento e lo svezzamento 
occorrono almeno 21 giorni per avere suinetti preparati per lo svezzamento. I suinetti vengono raggruppati, e ad ogni gruppo è assegnato un numero di lotto che accompagnerà gli animali lungo tutto il percorso della loro crescita.

L’ingrasso
l’accrescimento non è esasperato, ma naturale. I suini da ingrassare necessitano di 210 giorni per diventare «il suino grasso» della Fumagalli, che associa le caratteristiche del suino pesante italiano ad una migliore qualità delle carni, con un minor contenuto di grassi saturi e di colesterolo.

L’importanza dell’alimentazione 
il latte delle scrofe T&T è il primo nutrimento naturale, come tutti gli alimenti successivi dei nostri suini: cereali, proteine vegetali e siero di latte. Semplicità e rigore nel controllo caratterizzano gli alimenti dei nostri suini. Nutrimenti conosciuti, controllati e certificati per garantire una produzione di carne genuina.

La macellazione

La macellazione
La macellazione è il punto d’incontro tra allevamento e trasformazione delle carni. Al raggiungimento delle condizioni ottimali di sviluppo i suini vengono avviati alla macellazione in un modernissimo impianto. Particolare attenzione è prestata al mantenimento dell’identificazione dei lotti di suini macellati.

Il sezionamento delle parti
i differenti tagli anatomici ottenuti dalla macellazione vengono singolarmente codificati. È così garantita la tracciabilità per le successive fasi di lavorazione.

La lavorazione

Ogni fase di lavorazione è dotata di tecnologie in grado di monitorare i parametri di produzione.

I prodotti finiti sono confezionati in ambienti igienicamente controllati, nel rispetto delle garanzie della tracciabilità.

Le cosce selezionate sono destinate al nostro prosciuttificio di Langhirano dove, nel rispetto della tradizione, nasce il crudo di Parma.

Il piano dei controlli

Il piano dei controlli include la verifica delle condizioni di igiene degli ambienti; la verifica delle modalità di lavorazione; i controlli residui chimici nella carne; i controlli microbiologici sulla carne; i controlli chimici e microbiologici in fase di trasformazione e sul prodotto finito; la tracciabilità durante le fasi di processo, dai tagli anatomici al prodotto finito.