×

——Certificazioni e Consorzi

Fumagalli nel
mondo

L'innovativo sistema di filiera che caratterizza il nostro gruppo, dove un unico soggetto produce, gestisce, controlla l’intero processo, dalla genetica del maiale alla macellazione, dalla trasformazione al prodotto finito, ci ha portato oggi ad ottenere grandi risultati nazionali ed internazionali. L’intero gruppo fattura oltre 50 milioni di euro all'anno, esporta in 23 paesi*, tra Europa, Estremo Oriente, Nord America; Oltre alla sua presenza sul mercato nazionale sia nel settore “ normal trade” che Grande Distribuzione e Distribuzione Organizzata. Oggi la società è sempre di proprietà della famiglia Fumagalli: il Presidente, il Dott. Cesare Fumagalli e l' Amministratore delegato, il Dott. Francesco Pizzagalli, continuano la loro attività nel solco della tradizione producendo l’intera gamma della salumeria italiana ed esportandola in tutto il mondo.

* I paesi in cui siamo presenti oggi: Svizzera, Germania, Francia, Belgio, Olanda, Danimarca, Inghilterra, Irlanda, Norvegia, Svezia, Finlandia, Islanda, Slovenia, Lituania, Federazione Russa, Corea, Giappone, Hong Kong, Usa, Canada, Libano, Dubai e Brasile.

Sistema qualità

“Prima di tutto la Qualità”

Gestire il processo soddisfacendo le richieste del cliente, superando le sue stesse aspettative, continuando a migliorarsi, questo è il sistema qualità di Fumagalli.

«Qualità è la caratteristica più vicina all’attesa del soggetto»
(Aristotele)

BRC STANDARD GLOBALE PER LA SICUREZZA ALIMENTARE -
edizione n. 6

Produzione biologica

“Ritornare alle origini”

La produzione biologica racchiude in sé il concetto di “naturalezza nel fare”; una produzione scandita dal tempo,  basata sul rispetto dell’ambiente, della biodiversità, della salvaguardia delle risorse naturali, del benessere degli animali e  dei valori tradizionali.

«La natura non fa nulla di inutile»
(Aristotele)

REGOLAMENTO (CE) N. 834/2007 DEL CONSIGLIO del 28 giugno 2007 relativo alla produzione biologica e all’etichettatura dei prodotti biologici e che abroga il regolamento (CEE)
n. 2092/91

Filiera

“Il punto di riferimento”

Legare, organizzare e controllare i differenti attori della filiera, dall’allevamento degli animali al consumatore finale “dalla terra alla tavola”,  è questa la mission della filiera Fumagalli, garantire la storia per assicurare certezze.

«Dimmi quel che mangi e ti dirò chi sei»
(Anthelme Brillat-Savarin)

UNI EN ISO 22005:2008

Sicurezza alimentare

“La sicurezza nel piatto”

La realizzazione di un sistema di gestione che permette di identificare, comunicare all’interno ed all’esterno dell’organizzazione le informazioni relative agli aspetti della sicurezza alimentare, valutare (in relazione al grado di rischio) e controllare, i potenziali pericoli che ci si può ragionevolmente aspettare che si possano manifestare nei differenti processi produttivi aziendali, ci permette di realizzare prodotti sicuri, ottemperando al nostro obiettivo primario: la tranquillità del consumatore.

 «Che il tuo cibo sia la tua unica medicina»
(Ippocrate di Cos)

UNI EN ISO 22000:2005

Ambientale

“Pensare globale, agire locale”

Rispettare l’ambiente ed essere responsabili della gestione delle problematiche che i differenti processi produttivi aziendali hanno sull’ecosistema, sono questi gli stimoli che hanno ispirato la Politica ambientale di Fumagalli.

«La terra non appartiene all’uomo, è l’uomo che appartiene alla terra»
(antico proverbio dei nativi Americani)

EMAS (ECO-MANAGEMENT AND AUDIT SCHEME)

Scarica qui tutta la certificazione

Prodotti D.O.P. – I.G.P.

“Ambiente e tradizione”

I prodotti tutelati dal Reg. (CE) n.510/2006, sono caratterizzati principalmente dalla zona geografica di produzione, che li rende unici ed inimitabili (Denominazione di Origine Protetta)  e dai processi di lavorazione che li caratterizzano nel rispetto di una antica tradizione (Indicazione Geografica Tipica). Ambiente e tradizione, abilmente coniugati da Fumagalli sono il binomio grazie al quale si crea un prodotto unico ed impareggiabile.

 «Dalla terra tutto deriva e nella terra tutto finisce»
(Senofane)